Spese gratuite: in Italia per ordini superiori a 70 €, in Europa per ordini superiori a 100 €
Intimo e abbigliamento in fibre naturali

CasaGIN e Lenzing:
per una produzione sostenibile

CasaGIN

CasaGIN e Lenzing:
per una produzione sostenibile

CasaGIN
Matteo Donolato

Matteo Donolato

In CasaGIN crediamo in una produzione etica e sostenibile, ecco perché facciamo molta attenzione a scegliere con cura i partner con cui collaboriamo. Infatti alla base della produzione dei nostri capi ci sono tessuti innovativi ed ecocompatibili ossia materiali che non danneggiano l’ambiente e non comportano rischi per la pelle di chi li indossa. Una delle materie prime che utilizziamo maggiormente è il Tencel. Si tratta di un marchio registrato che certifica la produzione delle fibre tessili Lyocell e Modal: due tessuti artificiali di origine naturale, estratti rispettivamente da piante di Eucalipto e FaggioLyocell e Modal, con etichetta Tencel, sono fibre ecologiche derivate dalla rigenerazione della cellulosa di legno. Ma non sono solo i materiali a fare la differenza. Abbiamo cercato e trovato un’azienda in grado di coltivare e produrre in modo sicuro per l’ambiente e la salute, che potesse certificare i tessuti perché interamente ecocompatibili, creati con materie prime rinnovabili e biodegradabili al 100%. Quest’azienda è austriaca e si chiama Lenzing: un gruppo che gestisce un modello di business circolare basato su materie prime rinnovabili per produrre fibre che ritornano a natura dopo l’uso.

 

CasaGIN

 

L’azienda, che opera a livello mondiale, è da sempre attenta al tema della sostenibilità. Ecco perché, con l’obiettivo di migliorare lo stato dell’industria tessile globale, ha recentemente scelto di allargare la produzione e costruire il più grande impianto al mondo di trasformazione del legno in Brasile. La società costruirà l’impianto nello stato di Minas Gerais, vicino a San Paolo, in una collaborazione con Duratex, il più grande produttore di pannelli in legno dell’emisfero meridionale. L’impianto produrrà fino a 500.000 tonnellate di pasta di legno all’anno destinate ai tessuti della LenzingTutta la produzione avverrà tramite foreste certificate, ossia da fonti responsabili.

 

Lenzing afferma che le piantagioni risponderanno alle “linee guida e agli elevati standard del gruppo Lenzing per la fornitura di legno e pasta di legno”. I piani sono stati annunciati per la prima volta a giugno, ma Lenzing ha ora confermato che sta portando avanti il progetto per aumentare la produzione, garantire forniture e ridurre i costi. Stefan Doboczky, presidente del gruppo Lenzing, ha affermato che l’impianto in questione sarà il più grande e competitivo nel suo genere. “Le fibre cellulosiche a base di legno offrono un importante contributo per migliorare la sostenibilità nel settore tessile”, ha affermato. “Con questo investimento, diventeremo più competitivi, agiremo in modo più indipendente e successivamente rafforzeremo la nostra posizione sul mercato. La fiducia e il supporto dei principali azionisti di Lenzing e Duratex sono stati di grande importanza per questo progetto chiave”.

 

Nella pianificazione del nuovo impianto produttivo, è stata data particolare importanza agli aspetti della sostenibilità. La collaborazione garantirà piantagioni certificate FSC che coprono un’area di oltre 44.000 ettari per fornire la biomassa necessaria. L’impianto opererà tra i più produttivi ed efficienti dal punto di vista energetico del mondo e immetterà nella rete pubblica il 40% dell’eccesso di bioelettricità generata in loco come “energia verde”. Con questo progetto, Lenzing fissa una pietra miliare nella sua strategia per la neutralità del carbonio. L’organizzazione no-profit Canopy, che lavora per proteggere le foreste antiche e in via di estinzione in tutto il mondo, ha affermato di essere fiduciosa sul progetto: il nuovo impianto di Lenzing userà infatti solo legno proveniente da fonti sostenibili e non saranno toccate foreste antiche o in via di estinzione.

 

Ma cosa significa davvero il termine sostenibile? Il legname sostenibile si riferisce al legname che è stato raccolto in modo responsabile. Ciò richiede che quando un albero viene abbattuto per essere utilizzato, ne viene piantato un altro per sostituirlo. Le foreste sono infatti una delle risorse naturali più preziose al mondo. Più di un terzo della popolazione terrestre dipende da ciò che le nostre foreste possono fornire, dalla legna da ardere, passando per i tessuti e fino ai combustibili da biomassa. Fortunatamente il legno è una risorsa totalmente rinnovabile, quindi è fondamentale rimanere consapevoli del nostro impatto sull’ambiente e fare tutto il possibile per garantire che le foreste saranno qui per molte generazioni a venire. In CasaGIN crediamo fermamente a questo principio e ci impegniamo ogni giorno affinché tutto ciò che produciamo provenga da tessuti naturali ed ecosostenibili così da rendere i nostri capi incredibilmente morbidi, traspiranti e delicati sulla pelle, ma anche sostenibili per l’ambiente. E’ per questo che abbiamo scelto l’eucalipto, il legno di faggio, il cotone organico e le plastiche rigenerate: progetti nati per favorire un basso impatto ambientale e l’impiego di risorse rinnovabili.

 

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su twitter
Scopri anche :
Iscriviti Ti informeremo quando il prodotto sarà nuovamente disponibile. Lasciaci la tua email!

Può interessarti il 10% di sconto?

Iscriviti alla newsletter per risparmiare sul primo ordine.

Fornendo il vostro indirizzo acconsentite alla nostra Privacy Policy e Termini e Condizioni