Come trascorrere un Natale sostenibile

LIVING | Matteo

Il Natale è alle porte e ormai possiamo già passeggiare tra le vie della città guardando con altri occhi i luoghi che conosciamo da sempre. C’è chi sta già facendo il conto alla rovescia perché ormai manca poco meno di un mese ad un periodo magico e ricco di felicità. Natale significa anche passare del tempo in famiglia, ricevere regali premurosi e mangiare tante pietanze deliziose. Insomma, il Natale porta un’enorme gioia a tutti. Ma d’altro canto porta con sé anche molti comportamenti che al giorno d’oggi risultano essere sempre più dannosi per l’ambiente in cui viviamo. Sprechi, rifiuti e consumi aumentano vertiginosamente. Ma è possibile godersi appieno l’imminente stagione festiva pur mostrando al nostro pianeta un po’ di gentilezza. Ecco perciò qualche consiglio su come trascorrere un Natale più sostenibile e con meno rifiuti.

natale sostenibile 2019

1. Pianificare in anticipo

Il Natale è una stagione di immensa gioia, ma è anche caratterizzato da forte stress. Un attimo prima tutto è pronto e sistemato mentre quello successivo ci accorgiamo di aver dimenticato qualcosa e siamo già pronti per lo shopping dell’ultimo minuto così da assicurarci di avere abbastanza cibo e regali per tutti. In questi momenti la convenienza diventa prioritaria e qualsiasi pensiero abbiamo avuto su un Natale senza sprechi e senza plastica dovrà aspettare ancora un anno.

Quindi il trucco è pianificare e prepararsi in anticipo. Scegliere con cura dove trascorrere il pranzo e il resto della giornata, che tipo di albero sistemare in casa e con quali decorazioni addobbarlo, chi invitare e quali esigenze dietetiche considerare, solo per fare alcuni esempi. A questo punto sarà necessario fare un elenco delle cose da acquistare, creare o prendere in prestito. Magari scegliendo prodotti non deperibili per i festeggiamenti, così da avere il tempo di implementare gradualmente un piano sostenibile man mano che si avvicina il giorno di Natale: scegliere alimenti biologici e a km 0, cercare decorazioni natalizie ecologiche e iniziare a comprare regali sostenibili.

2. Evitare i regali fisici

Il Natale è il momento dell’amore e della condivisione e di tutti i tipi di momenti familiari memorabili, ma nel corso degli anni abbiamo purtroppo reso la stagione sinonimo di acquisto regali. Per quest’anno evitiamo l’iper-commercializzazione del Natale e investiamo in esperienze da condividere con i nostri cari. Una cena in famiglia, un’esperienza all’aperto, un viaggio, una mostra d’arte o un concerto.

3. In alternativa scegliere un regalo sostenibile

La chiave in questo caso è prestare attenzione al tipo di regali da acquistare. Scegliere perciò articoli ecologici, durevoli e di qualità, prodotti che possano essere davvero utili e apprezzati, ma soprattutto amici dell’ambiente. Ciò garantirà un utilizzo costante nel corso dell’anno a venire e non saranno buttati.

4. Cucinare consapevolmente

Il Natale è un momento di cucina e di festa. Purtroppo molti avanzi finiscono nei cassonetti dei rifiuti. Il problema è che non si sa mai esattamente chi passerà a trovarci e quando arriverà nel corso delle ferie natalizie. Di conseguenza, molte famiglie tendono a cucinare eccessivamente. Il modo migliore per ovviare a questo inconveniente è cucinare con precisione e questo richiede una pianificazione. Chiedere per esempio ad amici e parenti cosa preferiscono a pranzo o a cena, sapere quante persone porteranno con sé e pensare di condividere i pasti in eccesso con i vicini. Lo spreco alimentare contribuisce notevolmente alle emissioni globali di gas serra, quindi evitiamolo a tutti i costi.

5. Attenzione agli spostamenti

Il Natale si sa, è meglio trascorrerlo in famiglia. Ma spesso ciò significa viaggi e spostamenti. Il miglior modo di spostarsi così da ridurre le fonti di inquinamento è probabilmente il treno. Ma al giorno d’oggi esistono una varietà di applicazioni per smartphone che permettono di condividere i viaggi anche in auto. E se proprio non riusciamo a rinunciare ad un volo aereo allora facciamo lo sforzo di compensare la nostra impronta di carbonio. Molte compagnie aeree offrono piani di compensazione del carbonio, denominati carbon offset, di facile utilizzo e prenotabili in fase di prenotazione.

6. Eliminare la plastica

Dagli addobbi alla carta da imballaggio, non esiste un’abbondanza di plastica maggiore del periodo natalizio. Quindi, se desideriamo un Natale senza sprechi, eliminare la plastica è sicuramente un passo fondamentale. Quindi, ecco alcuni suggerimenti: scegliere decorazioni naturali come piante e fiori, recuperare vecchie collezioni, avvolgere i regali in carta riciclata o in una borsa di cotone, riciclare la carta da riviste e giornali, usare contenitori riutilizzabili, evitare piatti e posate usa e getta e soprattutto scegliere di cucinare alimenti freschi, evitando così il confezionamento di alimenti trasformati.

sostenibilità natale

Infine, ricordiamoci che per quanto riguarda il periodo natalizio, tutto quanto precede è il mezzo per raggiungere un fine. Finché teniamo bene a mente che il punto è un cuore riscaldato e un profondo senso di generosità, sarà più facile raggiungere un profondo senso di pace interiore e vivere serenamente con la famiglia e gli amici, rispettando il pianeta. Perciò scegliamo un Natale più naturale ed ecologico, proprio come nella filosofia di CasaGIN. Perchè qualunque sia il regalo green che scegliamo di fare, ricordiamoci che è sempre importante vivere nel rispetto dell’ambiente tutti i giorni e che per favorire davvero lo sviluppo di una cultura ecosostenibile bisogna affidarsi e acquistare beni o servizi solo da aziende che promuovono tali valori.