CasaGIN in fiera: Fa’ la cosa giusta!

LIVING | Matteo

Il 2020 è alle porte e una delle questioni più dibattute in molti settori, compreso quello della moda, è la sostenibilità. Il settore degli eventi sta gradualmente adottando un approccio integrato per l’organizzazione di eventi più rispettosi della terra, prendendo in considerazione l’intera gamma di aspetti rilevanti: dalla riduzione al riciclaggio dei rifiuti, dall’utilizzo etico di risorse ai trasporti e molto altro ancora. È proprio quanto accaduto alla quindicesima edizione della fiera Fa’ la Cosa Giusta! Trento 2019. Una fiera di settore dedicata principalmente ai temi della sostenibilità, del consumo critico e dello stile di vita green. E anche noi di CasaGIN abbiamo preso parte a questo fantastico evento, ottenendo un grande successo.

L’evento è stato organizzato da Trentino Arcobaleno, associazione di promozione sociale costituita da persone provenienti da varie espressioni dell’associazionismo trentino e dai gruppi d’acquisto solidale. L’associazione è orientata a costruire una nuova economia solidale, legata al proprio territorio e attenta all’ambiente e ai lavoratori. L’economia solidale costituisce un’alternativa concreta e praticata per creare un’economia e una società orientate al benessere di tutti. Una realtà che si sta diffondendo in tutto il mondo, e mette in rete esperienze rispettose delle persone e dell’ambiente. Una proposta nata nel 2002 dai Gruppi di Acquisto Solidale, come momento di incontro, di collegamento e di scambio di informazioni. Da allora si è evoluta come una risposta possibile alle crisi ricorrenti del modello di sviluppo globale. Da una semplice rete di collegamento in questi anni sta diventando un insieme di realtà che lavorano insieme per elaborare proposte, modelli economici e sperimentare nuove forme di organizzazione economica.

Fa’ la cosa giusta! si è svolta dal 18 al 20 ottobre ed è stata una preziosa occasione per incontrare e conoscere da vicino oltre 600 fra agricoltori biologici, botteghe del commercio equo, associazioni, cooperative sociali e aziende. Il tutto unito da un unico filo in cui si sono intrecciati passione, amore, rispetto per l’ambiente e le persone. Un melting pot di colori e profumi che si è svolto presso i padiglioni di Trento Fiere.

Cosmesi Naturale e Biologica e Critical Fashion sono state le aree tematiche con più successo, seguite dalle altre sezioni dedicate al cibo, al turismo, alla casa, all’associazionismo, ai bambini e l’area per le proposte vegan. Insomma, ci siamo davvero sentiti parte di un mondo che vuole cambiare il futuro, renderlo migliore, rispettarlo ed amarlo. È per questo che abbiamo deciso di condividere con voi alcune delle realtà davvero innovative presenti in fiera così da supportare un mondo più sostenibile ed un’economia maggiormente solidale.

Gazpacho

Gazpacho è nata da un progetto di EcoAlternativa a Padova nel 2003, ed ora è un laboratorio artigianale a Berlino, dove è approdata da qualche anno. Attraverso il laboratorio questi ragazzi realizzano, recuperando PVC, bunner ed altri materiali di scarto e riutilizzo, accessori moda quali borse, portafogli, pouchette ed altro ancora. Poi ristampano, dipingendo a mano e personalizzando ogni pezzo con immagini originali.

Azienda Agricola ErbeLuna

L’Azienda Agricola ErbeLuna è una piccola realtà Trentina, in Val di Fiemme che produce oli essenziali di conifera di altissima qualità, a partire da piante spontanee, cresciute sopra i 1000 metri, nel cuore delle Dolomiti.

Growing Greeting

Si chiamano Growing Greeting e sono delle cartoline di auguri che non portano con sé semplicemente una frase carina, ma anche dei semi e del terriccio, dal quale può nascere una piantina. A idearle è stata Giulia Cavalli, un’italiana che si è trasferita in Danimarca per portare a termine un dottorato di ricerca in Botanica e nel Paese scandinavo ha avuto l’idea di creare un regalo eco-sostenibile e che potesse portare il verde in ogni casa. Un modo diverso per augurare buon compleanno.

EcoLoco

Amido di mais e colori alimentari per consentire ai bambini di giocare senza il timore di venire a contatto con sostanze nocive. Tutto per promuovere il rispetto dell’ambiente, facendo convivere tradizione e innovazione. L’EcoLoco, il “luogo ecologico”, nasce nel 2004, per coniugare ecologia e divertimento. Oltre a produrre l’EcoloGioco (i primi mattoncini di mais totalmente italiani), l’EcoloDò (un bio-preparato per pasta da modellare) ed altri giochi rispettosi dell’ambiente e della creatività dei bambini, l’EcoLoco svolge laboratori sul gioco come strumento di crescita, attraverso il riciclo e il riuso creativo.

Arg Design

Una piccola realtà a conduzione famigliare che dal 1991 si impegna nel promuovere uno stile di vita ecologico progettando e realizzando mobili ed arredamenti in legno massiccio naturale. Arg Design progetta e realizza i suoi mobili utilizzando nelle finiture prodotti naturali bio-ecologici. Operando manualmente nella creazione di un prodotto unico e artigianale, l’azienda vuole rendere onore alla natura e all’uomo che la lavora.

Fera Libens

Fera Libens è un progetto nato un paio di anni fa, che a novembre del 2015 ha lanciato le sue prime calzature. L’intera scarpa, dalla tomaia alla fodera, fino alle stringhe e alla soletta interna, non utilizza materiali di origine animale. L’attenzione per l’etica va di pari passo con la promozione del Made in Italy: le calzature sono realizzate in Alcantara, un composto sintetico con caratteristiche simili alla pelle animale, prodotta interamente nel nostro Paese, rispettando l’etica e l’ambiente.

Beeopak

Beeopak deriva dall’unione dei termini “bee” (ape) e “pack” (impacchettare, avvolgere) ed è il risultato di una lunga amicizia nata dall’incontro tra due sognatrici: Monica e Clarien. Si tratta di una pellicola alimentare riutilizzabile e biologica per conservare gli alimenti e portare colore e bellezza in tavola e in cucina, riducendo il quantitativo di rifiuti. Beeopak nasce con una sola condizione: quella di essere realizzata in modo artigianale con ingredienti 100% naturali. Per questo sono stati scelti cotone biologico impregnato in cera d’api, resina di pino e olio di nocciole, ovvero alimenti autoctoni piemontesi totalmente a chilometro zero.

E poi c’eravamo noi di CasaGIN. Abbiamo visto passare 65mila visitatori in questa edizione 2019 e centinaia di persone si sono avvicinate al nostro stand per portarsi a casa un pezzo della nostra realtà. In questa tre giorni di fiera abbiamo voluto diffondere il concetto di un abbigliamento che fa stare bene. Genuino, Innovativo, Naturale, CasaGIN rappresenta un luogo di armonia e benessere dove trovare prodotti di intimo e abbigliamento eco-sostenibile da donna, uomo e bambino. Ipoallergenici e privi di sostanze nocive, i nostri prodotti sono concepiti per coccolare la pelle e far sentire chiunque a casa. Eticamente fatti in Italia, sono creati con fibre naturali ecologiche. Vogliamo anche noi un mondo più pulito e continueremo a girare l’Italia per far conoscere la nostra realtà e i nostri prodotti. Continuate a seguirci!