Barco41: un sogno di ospitalità

LIVING | Matteo

Ogni angolo delle nostre stanze ha una piccola storia, nasce da un’idea e da un po’ di piacevole lavoro. Amiamo fare nuove esperienze, conoscere posti diversi, provare emozioni e ammirare i panorami.

Esordiscono così la sera che li incontriamo, Matteo e Francesca. Sono amici di vecchia data in CasaGIN. Li conosciamo da un po’ in quanto Francesca è la protagonista in molti dei nostri servizi fotografici. Sa dare un tocco di poesia ai nostri capi e insieme abbiamo percorso la strada che ha portato fin qui il nostro brand e i nostri prodotti. Matteo, invece, è a capo delle aziende di famiglia: Bemmex e Sants. Produttori storici di biciclette ormai da diverse generazioni: pezzi unici, sintesi di ottima componentistica, massima cura del dettaglio e costante ricerca estetica. Una storia che ha reso questi marchi conosciuti e apprezzati in Italia e nel mondo.

In famiglia c’è sempre stato un forte interesse per le attività imprenditoriali, ci raccontano. È così che, insieme ai loro tre bimbi, hanno deciso di aprire le porte di casa per poter condividere, con chiunque lo desideri, il bello delle terre della Saccisica e della campagna che la circonda. Un territorio, perlopiù pianeggiante, solcato da vari fiumi che spesso sono stati protagonisti della storia. Fiumi che hanno aiutato l’agricoltura, attività tradizionale da secoli, contribuendo a mantenere floride e produttive le estese campagne che ancora oggi sono presenti appena fuori dai centri abitati. Ed è proprio nel mezzo tra campagna e centro abitato, a pochi chilometri dalle spiagge e non lontano da Venezia che è possibile soggiornare in questo splendido Bed and Breakfast che ha il sapore di casa. La cucina, con un grande tavolo, insegna la convivialità tipica della tavola italiana; una piccola stufa permette invece di scaldare le fredde serate d’inverno per leggere un buon libro. Il portico subito fuori, che si affaccia sulla piscina, crea una sorta di intimità e la luce della luna illumina questo scorcio di natura in modo sapiente.

Stiamo parlando di Barco41, la nuova idea di ospitalità nata dalla voglia di creare una cultura del turismo anche qui, a Sant’Angelo di Piove. I campi dominano il paesaggio nelle zone appena fuori il comune. In inverno, la foschia li rende ancora più magici e misteriosi coprendoli di colori tenui. L’architettura è caratterizzata spesso da antiche case padronali talvolta abbandonate, altre volte recuperate a favore di più moderne villette, come appunto Barco41. Poche pedalate in bicicletta, per ritrovare tesori nascosti e viaggiare con la fantasia, pensare a tempi lontani, a uomini e donne tenaci, a lavoratori instancabili. Ma accanto alle attività tradizionali, si sono sviluppate dal dopoguerra ad oggi numerose realtà imprenditoriali. Ed è anche da qui che i nostri amici vogliono partire, per permettere ai futuri turisti di visitare non solo la ben più classica e nota città lagunare o le spiagge vicine. L’idea è anche quella di offrire un’esperienza completa, fatta di visite alle realtà locali, alle imprese, agli artisti che popolano quest’area. Per regalare un soggiorno diverso, fatto di cultura e conoscenza, di ruralità e reti di imprese, ma anche di biciclettate e buon cibo, tutto locale e genuino proprio come CasaGIN.

Il tutto nasce da una di queste antiche case padronali recuperate, una Barchessa, da cui Barco41 prende il nome. In origine costruzione rustica con ampie tettoie ad archi a destinazione essenzialmente agricola, oggi, dopo un attento restauro e un completo ripristino, è ritornata a vivere, preservata e valorizzata, in veste di Bed and Breakfast. Le pareti con pietre a vista ricordano murature antiche e donano calore. Il recupero dell’edificio, con vecchi materiali e calce naturale fornita dalla bottega del restauro di Vicenza, oltre al legno ricavato da botti di rovere, rendono il B&B un luogo ideale dove soggiornare, magari tra un tuffo in piscina ed un’esperienza tra i campi a raccogliere frutta e verdura. Si è voluto creare qualcosa che desse l’idea di essere lì da sempre, ci raccontala la coppia, così da permettere al passato e al presente di convivere insieme per rendere ancor più caratteristica l’esperienza di soggiorno.

Continuiamo a parlare e Matteo ci racconta come la sua idea sia quella di valorizzare un territorio imprenditoriale dove le aziende sono riuscite a creare una rete d’imprese. Il suo desiderio, insieme a Francesca e al resto della famiglia, è quello di investire su questo territorio e sulla comunità e collaborare con le realtà della zona in maniera trasversale. Il tutto richiamando il mondo antico. Accogliere gli ospiti provenienti da tutto il mondo è fondamentale per promuovere la regione ed educare le persone sui nostri prodotti e sulla nostra cultura.

I visitatori che passeranno da Barco41 vivranno in un luogo tranquillo, con un ritmo lento della vita. Non c’è traffico, né caos o inquinamento, solo buon cibo e gente accogliente.

Ci saluta ricordandoci che se noi amiamo il territorio possiamo migliorarlo in qualsiasi momento. Ed è la stessa filosofia che abbiamo in CasaGIN: rispettare la natura e trarre un beneficio comune da quel benessere garantito dai nostri comportamenti. Aiutiamo il pianeta, aiutiamo noi stessi.